salta la barra  Po-Net  Urp multiente  Sportello disabili  Certificati  Certificato di handicap
Po-Net
 indietro
Logo Sportello disabili ancH'io
Certificato d'invalidità e di handicap

Certificato di handicap


Che cos'Ŕ

Breve descrizione

Il cittadino disabile può chiedere il riconoscimento della condizione di handicap (ai sensi dell'articolo 3 della Legge 104/92), al fine di accedere alle prestazioni sanitarie e socio-assistenziali previste dalla legge. L'accertamento di handicap attiva intorno alla persona disabile progetti abilitativi e riabilitativi individuali che comprendono l'erogazione di prestazioni di assistenza diretta alla persona e interventi socio-assistenziali
Inoltre se la persona è in possesso del certificato di handicap grave (ai sensi del comma 3, dell'articolo 3 della Legge 104/92) potrà inoltre accedere ai permessi lavorativi retribuiti previsti dalla già citata legge nonché ad alcune agevolazioni fiscali previste per i soli disabili gravi (come ad esempio quelle sull'acquisto di veicoli anche non adattati destinati al trasporto di disabili gravi).
inizio testo

Requisiti

A chi Ŕ rivolto

Relativamente alle agevolazioni che consentono l'accesso ai permessi lavorativi, l'ultima modifica all'art. 33 della legge 140/1992 è stata approvata il 19 ottobre 2010 e sentenzia che non c'è più l'obbligo di convivenza ne' di assistenza esclusiva e continuativa.
inizio testo

Come si ottiene

Termini, scadenze, modalitÓ di presentazione della domanda

Per presentare domanda di accertamento dell'invalidità civile/stato di handicap, il cittadino interessato dovrà:
a) recarsi presso un "medico certificatore", vale a dire un medico (con qualsiasi tipo di specializzazione, quindi non solo il medico di base) che abbia ottenuto l'autorizzazione da parte dell'INPS a procedere all'invio del certificato attestante la patologia da cui è affetta la persona all'istituto previdenziale.
E' importante precisare che sono abilitati a "certificare" solo quei medici che ne abbiano fatto richiesta, quindi, non tutti i medici di base possono provvedere ad espletare tale compito. Un importante elemento di novità che riguarda proprio questo tipo di certificato è che i medici dovranno avvalersi di un modello predisposto dall'INPS (Mod. C (certificato medico) Cod. AP68,scaricabile da questa pagina in formato pdf), così da rendere omogenea la procedura su tutto il territorio nazionale.
Per sapere quali sono i medici, ad oggi, a cui potersi rivolgere, è necessario consultare l'elenco, suddiviso per Province, messo a disposizione sul sito dell'INPS.
b)In risposta all'invio del certificato, il medico riceverà un primo codice PIN identificativo, che provvederà a consegnare alla persona interessata che, con l'eventuale aiuto di un patronato, a sua volta, dovrà riportarlo nel modello elettronico di domanda per l'accertamento.
c)A questo proposito, per poter inoltrare la domanda ed attivare le procedure per l'accertamento, il cittadino dovrà munirsi lui stesso di un codice PIN che gli consentirà l'accesso alle pagine del sito INPS dedicate all'inoltro della domanda di accertamento. Inserendo i dati richiesti sulla pagina web, verrà visualizzata la prima parte del PIN (8 caratteri). La seconda parte, indispensabile per completare il codice ed accedere ai servizi telematici, verrà recapitata a domicilio. In alternativa, è possibile effettuare la richiesta telefonando al Contact Center INPS, al numero 803.164.
d)Una volta ottenuto il PIN completo, il diretto interessato (cittadino/patronato/associazione) dovrà nuovamente accedere al portale dell'INPS e completare la domanda di accertamento dell'invalidità.


Successivamente l'interessato sarà chiamato a visita.
La Commissione che effettuerà la visita di 1° grado sarà quella che attualmente è presente presso le ASL composta, stavolta, sia dai rappresentanti di categoria che da un medico dell'INPS tale commissione viene infatti chiamata "Commissione Integrata ASL-INPS". Il cittadino ha la possibilità di farsi assistere a proprie spese dal proprio medico di fiducia durante la visita presso la Commissione.



Se la valutazione della Commissione ASL-INPS dovesse essere adottata all'unanimità , allora tutti i benefici riconducibili all'accertamento (di invalidità civile o stato di handicap) inizieranno a decorrere immediatamente .
Se, viceversa, la valutazione della Commissione ASL-INPS dovesse essere adottata a maggioranza , allora la procedura continuerà secondo le attuali dinamiche, ossia ponendo il verbale all'attenzione della Commissione di II Grado presso le INPS Provinciali (ex Commissione di Verifica Provinciale).

Indipendentemente dal momento dell'effettiva liquidazione delle provvidenze economiche e della concessione dei benefici assistenziali, l'ammontare delle provvidenze economiche sarà comunque calcolato sempre a partire dal mese successivo dalla presentazione della domanda.



È bene inoltre ricordare che è possibile, nella stessa istanza in cui si chiede la certificazione di invalidità, richiedere anche quella di handicap attraverso un'unica richiesta del medico.

Documenti da presentare

Le documentazioni per richiedere il certificato di handicap sono molto simili a quelle occorrenti per richiedere l'invalidità:
- documentazioni sanitarie rilevanti, come le cartelle cliniche, i referti ecc...
Nell'apposito modulo di richiesta, si dovrà specificare che si desidera effettuare l'accertamento dell'handicap.

Costi e modalitÓ di pagamento

I Patronati a livello nazionale ai quali è possibile rivolgersi gratuitamente per assistenza sono l'Unione Italiana Ciechi (U.I.C), l'Ente Nazionale Sordi (ENS), e l'Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili (A.N.M.I.C)

Tempi e iter della pratica

L'INPS si è impegnata a far sì che l'intero iter (dal momento in cui si incrocia certificato medico e domanda di accertamento al momento dell'erogazione del beneficio) non superi i 120 giorni di durata.
inizio testo

Note

Segnalazioni e precisazioni

Il ricorso giudiziale in caso di mancato riconoscimento di quanto spettante è da presentare entro 6 mesi dalla notifica del verbale di accertamento, dovrà essere notificato esclusivamente alle sedi Provinciali dell'INPS e non più anche all'Avvocatura Generale dello Stato.


inizio testo

Allegati e documenti

Azienda USL n°4 - Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP)

Tappa a): Ricerca nell'elenco dei medici abilitati alla certificazione INPS (link esterno alla rete civica)

Testo della legge 104/92 sul riconoscimento della condizione di handicap. (link esterno alla rete civica)

Come leggere i verbali rilasciati dopo visita specifica che definisce i benefici e le eventuali provvidenze economiche cui dà diritto lo status certificato. (link esterno alla rete civica)

Moduli INPS per permessi lavorativi destinati ai disabili con certificato di handicap e ai loro tutori. (link esterno alla rete civica)

Moduli per richiedere permessi e congedi straordinari legati alla certificazinoe di handicap 104/92 (link esterno alla rete civica)

Tappa b): Richiesta del primo codice PIN per i medici. (link esterno alla rete civica)

Tappa c): Assegnazione del PIN on line al cittadino/patronato (link esterno alla rete civica)

Tappa d): Domanda d'invalidità (link esterno alla rete civica)

Dove andare

 Medicina Legale

Sede
Via de' Mazzamuti, 7 (Ambulatori piano terra) - 59100 Prato (PO)

Centralino 0574 805100

Orario
Dopo avere effettuato la richiesta al proprio medico di famiglia della "Visita medica per rilascio di certificazione per concessione contrassegni di libera circolazione per invalidi permessi ZTL"
prenotare la visita medico legale presso:
1) CUP telefonico allo 0574 805050, dal lunedý al venerdý 07.30-19.30;
2) di persona presso tutti gli sportelli Cup della Provincia di Prato che comprendono:
tutti i presidi distrettuali;
farmacie (quelle abilitate alle funzioni di sportello CUP);
associazioni del volontariato abilitate.
3) Presentarsi il giorno dell'appuntamento presso il Poliambulatorio R. Giovannini in Via Cavour, 118, 59100 Prato PO.

 Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili (ANMIC)

Sede
Via dell'Aiale, 3 - 59100 Prato (PO)

Telefono
0574 35030

Fax
0574 33063

Sito web http://www.anmic.it/

E-mail anmic.prato@virgilio.it

 Unione Italiana Ciechi e Ipovendenti (U.I.C)

Sede
Via Garibaldi, 47 - 59100 Prato (PO)

Telefono
0574 24243
0574 440552
3896504840

Fax
0574 24243

Orario
Martedý e giovedý dalle ore 15.00 alle ore 18.00.
Il venerdý dalle ore 9.00 alle ore 12.00.

Sito web http://www.uicprato.it/

E-mail info@uicprato.it

Responsabile
Riccardo Santini (Presidente), Luigi Cubeddu (Segretario)

 Ente Nazionale Sordi (ENS) sezione Prato

Sede
Via Enrico Fermi, 9 - 59100 Prato (PO)

Telefono
0574 571050

Fax
0574 575807

Sito web http://www.ens.prato.it/

E-mail info@ens.prato.it



Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 20.07.2016

 indietro  inizio pagina
Personalizza il sito:  bianco su nero giallo su nero nero su bianco senza css
La pagina rispetta le specifiche XHTML 1.0 del W3C La pagina rispetta le specifiche CSS 2.1 del W3C La pagina Ŕ conforme alle WCAG 1.0 Doppia A