salta la barra  Po-Net  Urp multiente  Sportello disabili  Barriere architettoniche  contributo
Po-Net
 indietro
Logo Sportello disabili ancH'io
Barriere architettoniche

Contributo abbattimento barriere architettoniche


Che cos'Ŕ

Breve descrizione

Il cittadino disabile con menomazioni o limitazioni permanenti di carattere fisico o di carattere sensoriale o cognitivo può richiedere, ai sensi della legge nazionale 13/1989, al Comune di residenza un contributo economico a fondo perduto per l'abbattimento e superamento delle barriere architettoniche presenti nella propria abitazione.

Contributi previsti
Il contributo per l'abbattimento delle barriere architettoniche è calcolato nel modo seguente:
- per la realizzazione delle opere edilizie in misura non superiore al 50% della spesa effettivamente sostenuta, comprese le spese tecniche, e comunque per un importo massimo di 7.500 euro.
- per l'acquisto e installazione di attrezzature in misura non superiore al 50% della spesa effettivamente sostenuta e comunque per un importo massimo di 10.000 euro.
inizio testo

Requisiti

A chi Ŕ rivolto

La richiesta può essere fatta per l'abitazione di residenza, oppure anche per l'abitazione nella quale il cittadino vuole trasferirsi, a patto che si tratti di un edificio già esistente e che il richiedente vi stabilisca la propria residenza anagrafica entro tre mesi dalla comunicazione da parte del Comune dell'ammissione al contributo.
È bene inoltre ricordare che la domanda potrà essere presentata solamente dal disabile o da un familiare che l'ha fiscalmente a carico. Mentre invece il beneficiario del contributo potrà essere anche un altro soggetto che ha sostenuto materialmente la spesa (ad esempio il condominio, tramite l'amministratore, il proprietario dell'appartamento...).
inizio testo

Come si ottiene

Termini, scadenze, modalitÓ di presentazione della domanda

La domanda dovrà necessariamente essere presentata prima dell'inizio dei lavori, al proprio Comune di residenza, di persona all'Ufficio del Protocollo, o per Raccomandata A/R indirizzata all'Ufficio del Protocollo del Comune di Prato, Piazza del Pesce 9, 50047 Prato.  Il contributo potrà essere riscosso a lavori conclusi, intorno ai 24 mesi dalla richiesta.

Documenti da presentare

Per fare domanda è necessario presentare la seguente documentazione:
- una marca da bollo ordinaria (16,00 euro)
- modulo di presentazione della domanda
- fotocopia documento di identità valido del richiedente
- copia del certificato medico rilasciato dall'autorità competente che attesti la disabilità totale del richiedente ovvero la menomazione o limitazione permanente di carattere fisico o sensoriale o cognitivo
- preventivo di spesa e progetto dettagliato relativi alle opere edilizie direttamente finalizzate all'eliminazione delle barriere architettoniche
- copia della dichiarazione dei redditi del richiedente disabile o del familiare che lo dichiara a proprio carico ai sensi dell'art. 12 del D.P.R. 917/1986.
- Benestare del proprietario dell'immobile ai lavori da svolgere (solo nel caso di richiedente diverso dal proprietario).
- Eventuale delibera dell'Assemblea condominiale, o, in caso di più proprietari e in assenza di condominio, autorizzazione scritta da parte di tutti.
inizio testo

Note

Segnalazioni e precisazioni

Si segnala che siccome i contributi per l'abbattimento delle barriere architettoniche hanno spesso tempi lunghi (che variano anche a seconda della data di presentazione della domanda), alcuni Istituti bancari del terrritorio hanno ideato progetti di prestiti a condizioni agevolate in collaborazione con alcune Istituzioni .
A) Il Centro per i Diritti del Malato, in collaborazione con la Banca Area Pratese Credito Cooperativo, ha istituito un prestito finalizzato all'abbattimento delle barriere architettoniche. Possono usufruire del prestito le famiglie e gli operatori economici che intendono operare modifiche e/o ristrutturazioni di immobili, negozi e laboratori al fine di abbattere le barriere architettoniche e favorire in questo modo l’accessibilità dei locali ai portatori di handicap.
Gli interventi finanziabili sono molteplici e la banca ha previsto per questa iniziativa un plafond complessivo di € 1.000.000 valida fino al 30 giugno 2016. Gli interventi finanziabili sono i seguenti:
lavori di abbattimento di barriere architettoniche commissionati da privati o condomini su immobili destinati ad abitazione;
lavori di abbattimento di barriere architettoniche commissionati da imprese su immobili destinati ad attività produttiva e commerciale, al fine di consentire il libero accesso dei disabili ai locali destinati alla vendita al pubblico; 
lavori commissionati da imprese per installazione nei locali, di cui al punto 2, di apparecchiature, strumentazioni e arredamenti idonei a rendere facilmente utilizzabili dai disabili i prodotti e/o servizi oggetto di vendita al pubblico.
L'assegnazione è prevista dopo 15 giorni dalla data di presentazione della domanda completa.
Per richiedere il contributo o ricevere maggiori informazioni consultare il link o rivolgersi alla Banca Area Pratese Credito Cooperativo.

B) L'Associazione Cittadinanza Attiva Toscana Onlus ha firmato un protocollo con la Banca Popolare di Vicenza per un prestito agevolato per l'abbattimeno di barriere architettoniche dal titolo "Non ostacoliamo la vita". Informazioni ulteriori nel link.
inizio testo

Servizi sociali e sanità

Vai al sito del Tribunale per i diritti del malato (link esterno alla rete civica)

Prestito per l'abbattimento di barriere architettoniche "Non ostacoliamo la vita" (link esterno alla rete civica)

Domanda concessione contributo abbattimento barriere architettoniche

Proposta di finanziamento facilitato per abbattimento di barriere architettoniche a cura della Banca Area Pratese Credito Cooperativo

Modulo per richiedere il contributo abbattimento barriere per i residenti nel Comune di Carmignano

Modulo per richiedere il contributo per l'abbattimento di barriere architettoniche nel Comune di Prato.

Modulo per contributo contro le barriere architettoniche per il Comune di Montemurlo.

Dove andare

per i residenti nel Comune di Prato
 Servizi sociali e sanità

Sede
Via Roma , 101 - 59100 Prato (PO)

Centralino 0574 1835425

Telefono
Abbattimento barriere architettoniche: 0574 1836411
Contributi per l'affitto: 0574 1836429

Fax
0574 1837357

E-mail sociale@comune.prato.it

Per i residenti nel Comune di Montemurlo
 Servizi sociali nel Comune di Montemurlo

Sede
Via Milano, 13/A - 59013 Montemurlo (PO)

Telefono
0574 807735

Fax
0574 802817

Orario
prenotazione telefonica al numero: 0574 1836445 (dal lunedý al venerdi dalle 11.00 alle 13.00);
di persona: il lunedi e il giovedi dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00.


Sito web http://www.usl4.toscana.it/?act=i&fid=791&id=2009 [...]

Responsabile
Antonella Guzzini

Per i residenti nei Comuni di Cantagallo, Vaiano e Vernio
 Ufficio servizi pubblici Val di Bisenzio

Sede
Via Giuseppe Verdi, 24 (Luicciana) - 59025 Vernio (PO)

Centralino 0574 95681

Telefono
0574 956807 0574 956805

Orario
mercoledì 9-13

Sito web http://www.bisenzio.it/default.asp?page=informazi [...]

Responsabile
Geom. Elia Diodati

Per i residenti nel Comune di Poggio a Caiano
 Servizi sociali

Sede
Via Cancellieri, 4 (palazzo comunale - piano primo) - 59016 Poggio a Caiano (PO)

Telefono
055 8701238

Fax
055 8779807

Orario
Lunedý, giovedý 10.00-12.00

E-mail servizi.sociali@comune.poggio-a-caiano.po.it

Responsabile
Massimilano Martini massimiliano.martini@comune.poggio-a-caiano.po.it



Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 20.09.2017

 indietro  inizio pagina
Personalizza il sito:  bianco su nero giallo su nero nero su bianco senza css
La pagina rispetta le specifiche XHTML 1.0 del W3C La pagina rispetta le specifiche CSS 2.1 del W3C La pagina Ŕ conforme alle WCAG 1.0 Doppia A